A Londra e Birmingham: la sfida del dialogo sociale e interreligioso

ultimo aggiornamento 28/05/2016 10:41:20
2015 12 Birmingham 09

Ciao a tutti! Stiamo tornando da questo fantastico tour nel Regno Unito, dopo due mesi di incontri, workshop, concerti, ma soprattutto rapporti con moltissime persone. In queste ultime tappe di Londra e Birmingham il dialogo con persone di religioni diverse è emerso in tutta la sua potenza e si è rivelato strada maestra da percorrere per raggiungere la pace sociale e tra i popoli.
 
La Nishkam High School di Brimingham è una scuola superiore Sikh che accoglie anche studenti di altre religioni, come cattolici e musulmani. Al Workshop hanno partecipato una sessantina di ragazzi di cinque scuole diverse: un’esperienza forte ed entusiasmante che ci ha trasmesso la speranza che anche lì una luce si è accesa. Ma qual è la condizione delle giovani generazioni in Gran Bretagna? Bhai Sahib Ji, responsabile della comunità Sikh di Birmingham che pure abbiamo incontrato, spiega che alla base  della forte crisi della famiglia anche in Gran Bretagna c’è la mancanza di un progetto educativo globale: “Dove sono finiti valori come la compassione, la verità, la felicità, l’umiltà e la capacità di amare? Dove li impareranno i nostri figli? Il vostro messaggio è importantissimo – ha continuato – ‘On The Other Side’ significa essere l’altro; se pensiamo solo a noi stessi non andremo da nessuna parte. Occorre aiutare il prossimo, averne compassione. Non possiamo spegnere un incendio con altro fuoco, occorre aggiungere acqua. Grazie per questo messaggio positivo che ci avete portato!
Anche l’Arcivescovo di Birmingham Bernard Longley che ha partecipato allo spettacolo concorda: “Noi leader religiosi di questa città siamo incoraggiati nel vedere che questi valori mettono radici nei cuori e nelle menti dei ragazzi che avete incontrato. Siamo certi che il seme piantato in loro fiorirà e porterà frutti negli anni a venire”.
 
Al Centro Islamico di Londra – altro momento straordinario è stato l’incontro al Centro Islamico d’Inghilterra con l’Imam,  dr. Mohammad Shomali, la sua signora e alcuni giovani studenti della comunità islamica. È stata una serata di vero dialogo e conoscenza reciproca tra fratelli e sorelle di due religioni diverse che vogliono lavorare insieme per la pace. Tante le domane emerse: fondamentalismo, intolleranza, terrorismo; un’occasione preziosa per scoprire che la distanza tra noi e minore di quanto pensiamo.
Felice della serata, il dr. Shomali ci ha detto a conclusione: “in momenti difficili come quelli che stiamo vivendo, incontrarci è molto importante come pure far conoscere al mondo l’amicizia e la fiducia che c’è fra noi. Apprezziamo lo sforzo del Gen Verde  di comunicare a tutti l’amore per Dio  e per l’umanità, il messaggio dell’unità con tutti. Sono grato a Dio per quest’amicizia e per questa meravigliosa serata insieme. Se crediamo nel Dio di Abramo possiamo lavorare insieme ed offrire una  testimonianza comune della bellezza della fede e dell’amore. Spero che possiamo lavorare di più insieme  e preghiamo che Dio Onnipotente  ci aiuti ad annunciare la bellezza della fede, dell’amore e della fratellanza”.