Panama – Diario di bordo: Chitré e Colón

Un saluto dal Panama, puente del mundo y corazón del universo! Siamo qui solo da alcuni giorni, ma sembra un’eternità. Oltre a quello che postiamo sui social, vogliamo qui farvi partecipare del nostro intenso diario di bordo.

ultimo aggiornamento 21/01/2019 17:18:44


1° giornoAd aspettarci all’aeroporto di Panama City erano in tanti, compresi vari giovani arrivati da diversi paesi per aiutare nella GMG. Canti, bandiera e sorrisi smaglianti: un benvenuto così caloroso che la stanchezza del viaggio si è subito sciolta. Che commozione! Finalmente si concretizza il sogno nostro e di tutti quelli che hanno lavorato così tanto per questo tour, con tanto impegno, entusiasmo, amore e passione.

2° giorno – Accompagnando in processione per le strade della città una riproduzione dell’immagine della Madonna di Czestochowa abbiamo affidato a Lei i giorni che vivremo nella diocesi di Chitré. L'accoglienza della comunità della Parrocchia del Rosario ci ha commosse. Abbiamo celebrato insieme l'Eucaristia; quanto calore di famiglia in questa città, è proprio vero che nessuno è straniero per me.

3° giorno - Iniziamo i workshop. Ragazzi attenti, energici e pieni di vita condivideranno il palco con noi. Sono giorni intensi di lavoro coi giovani, incontri coi pellegrini della GMG, conferenze stampa, animazione di varie messe locali… un fitto programma che ha come base i rapporti veri costruiti con ciascuno.

4° giorno - Nel paese la preparazione del concerto è una realtà sentita e i media vogliono diffonderla. Nella conferenza stampa fatta in un centro commerciale ci accompagnano i “nostri” ragazzi: una dimostrazione evidente che Start Now è un progetto di tutti noi.

5° giorno – Che esplosione di gioia il Concerto! Più di 3000 persone, tra giovani pellegrini da tutto il mondo e cittadini chitreani e dei dintorni, hanno fatto della serata un “unico palco multiculturale”. “Si può dire che abbiamo costruito un’unione come quella di una famiglia pur essendo diversi. Come voi… non parlate la stessa lingua ma comunicate tanto, la vostra gioia e il talento che avete. Anch’io posso vivere così nella vita quotidiana.”

6° giorno – Si parte per Colón. Anche lì ci aspettano con tanta gioia. Sono già arrivati più di 3400 pellegrini su un totale previsto di 5000. Anche qui persone che aprono le loro case, ci danno il benvenuto per strada, ci domandano di dove siamo… riflesso di un popolo che, al di là delle sofferenze di vario genere, apre non solo le porte ma soprattutto il cuore, per dare speranza a tutti quelli che soffrono.

7° giorno – Alle prove generali con tutti i giovani del Progetto Start Now ci siamo detti: insieme possiamo dare speranza, fare la differenza ed essere costruttori di pace per tutti quelli che ci vedranno su palco.

8° giorno – Giovani di varie parti del mondo affollano il Concerto a Colón. Particolare commozione in quelli di El Salvador per la canzone Voz de la verdad che parla dell’esperienza col “loro” vescovo, mons. Romero. Alla fine tanti dei presenti hanno espresso il desiderio di conoscere di più il Gen Verde e il suo messaggio.

Nello scambio finale con i giovani le loro parole ci hanno commosse: “Di questi giorni mi porto via che non siamo da soli, ma abbiamo sempre qualcuno con noi che ci appoggia ed è Gesù, la famiglia, gli amici. C’è comunque sempre qualcuno”. “Io volvevo mollare ma mi avete aiutato a rimanere e mi avete dato coraggio.”