musica

Cosa dirò ritornando così
Miserabile relitto
D’una vita che ho distrutto
Sulla piaga cartavetro
Di rimorso e di rimpianto
La mia casa non mi è mai mancata tanto

Cosa dirà a vedermi così
Dopo il tempo che è passato
E il Suo amore calpestato
Alla porta mi presento
Con i morsi della fame
Da randagio che s’aspetta le sassate

Neanche il tempo di bussare
Né di chiedere perdono
Che mi corre incontro e sento quasi gridare

Ti ho aspettato così tanto
Nel tuo pianto anch’io ho pianto
Io non vedo questo fango
Io vedo te
Stavo giorno dopo giorno
A sperare il tuo ritorno
Quella luce alla finestra
Era per te
Era per te

Cosa dirò di un Amore così
Grande più di tutto il mondo
Ti travolge nel profondo
Più di quanto l’hai sognato
Questo amore esagerato
Che ti cerca quanto più tu sei fallito

Cosa dirò di un Amore così
Scioglie secoli di ghiaccio
Nella fiamma d’un abbraccio
Forza dolce che accarezza
Forza fonda d’infinito
E più grande quanto più tu l’hai ferito

Neanche il tempo di bussare
Né di chiedere perdono
Che mi corre incontro e sento quasi gridare

Ti ho aspettato così tanto…
…era per te

Oggi è festa grande festa
Era per te
La tua casa è sempre questa
È festa per te
Oggi è festa grande festa
La tua casa è sempre questa
Quella luce alla finestra
Era per te

Era per me

2008

G giovani e Gen Verde

Testi: © 2008 Paola Stradi
Musica: © 2008 M. Thérèse Henderson / Jocelyn K. Belamide
© Copyright 2008 Gen Verde della P.A.F.O.M.. 
All rights reserved www.genverde.it